FANDOM



Family Guy Logo.png
I Griffin promo.png

I Griffin è una serie televisiva di cartoni animati che va in onda sul network FOX . Il programma è stato creato da Seth MacFarlane ed è stato proposto in anteprima dopo il XXXIII Super Bowl nel 1999.

CreazioneModifica

Logo originale.png

I Griffin è stato creato nel 1999 dopo che i cortometraggi La vita di Larry e Larry e Steve catturarono l'attenzione della FOX.

I Griffin andò in onda per la prima volta negli Stati uniti sul network FOX il 31 gennaio 1999, dopo il XXXIII Super Bowl.

Questo episodio venne visto da 22 milioni di spettatori. Il programma venne promosso a serie vera e propria in aprile, e andò avanti per sei ulteriori episodi fino al termine della stagione a metà maggio. La prima stagione conteneva sette episodi, i quali presentavano i personaggi principali del programma. La seconda stagione cominciò il 23 settembre 1999, e subì la competizione di altri programmi. Dopo solo due episodi, I Griffin fu eliminato dal palinsesto principale della FOX, e venne fatto andare in onda a orari irregolari da lì in avanti. Il programma tornò nel marzo del 2000, per finire la seconda stagione, che conteneva 21 episodi. La terza stagione consisteva di 22 episodi, e iniziò l'11 luglio 2001.

Durante la seconda e terza stagione, la FOX soleva spostare di frequente il programma di fasce orarie e giorni senza o con poco preavviso, con la logica conseguenza che le valutazioni del programma andarono calando. Quando I Griffin venne mostrato nel Regno Unito, e quando i DVD vennero lì rilasciati, il 12 novembre 2001, i primi sette episodi della seconda stagione vennero annessi alla prima stagione, equilibrando i DVD con 14 episodi ognuno.

Circolarono molte voci durante la seconda e terza stagione sulla possibilità che I Griffin potesse essere cancellato o rimandato in onda. La FOX quindi annunciò pubblicamente al termine della seconda stagione, che il programma sarebbe stato cancellato. Nella speranza di convincere la Fox a rimandare in onda il programma, dei fan indignati firmarono petizioni, crearono siti web, e scrissero lettere di protesta; alcuni mandarono addirittura dei veri pannolini e cibo per bambini per "salvare" Stewie.

Un cambio ai vertici della FOX la indusse ad annunciare la produzione di tredici nuovi episodi, che formarono la base per la terza stagione. Ben coscienti dell'incertezza riguardo al futuro del programma, gli sceneggiatori rifletterono questa loro insicurezza in svariati episodi, specialmente in "La sottile striscia bianca", dove la FOX permise loro per la prima volta di pronunciare imprecazioni senza che queste venissero coperte da un rumore di fondo, come ad esempio una campana. Ovviamente gli improperi vennero censurati.

Durante la terza stagione la FOX annunciò che il programma sarebbe stato cancellato definitivamente.

Nei commenti a un episodio di The Weird Al Show, "Weird Al" Jankovic disse che avrebbe potuto avere I Griffin sul suo programma.[1]

Ritorno alla televisioneModifica

Nel 2003, I Griffin venne mandato in onda sul network Canada's Teletoon, dove ottenne rapidamente grande popolarità, grazie alla frequenza con cui era trasmesso. Molti mesi dopo, repliche della serie trovarono un posto permanente nel blocco in tarda serata di Cartoon NetworkAdult Swim, dove continua ad andare in onda per contratto (fino al 2015).

La serie trovò ulteriore successo in DVD, quando fu finalmente rilasciato al mercato statunitense (NTSC, Region 1) il 15 aprile 2003. Diviso in due volumi, I Griffin vendette 2.2 milioni di copie il primo anno, battendo le vendite di ogni altro DVD basato su una serie televisiva rilasciato nel 2003, tra cui i cofanetti di Sex and the City e Friends. Lo strepitoso successo su Cartoon Network, assieme alle inaspettate vendite di DVD, portarono al propagarsi di voci sul fatto che la FOX fosse in trattative per rimandare in onda la serie.

Il 19 novembre 2003, il canale televisivo E! Entertainment Television e il suo sito web annunciarono che la FOX stava trattando con il creatore de I Griffin, Seth MacFarlane per rilanciare il programma con 35 nuovi episodi. In un'intervista con IGN il 27 febbraio 2004, Seth MacFarlane ammise che I Griffin avrebbe ripreso la produzione.

Il 26 marzo 2004, la FOX annunciò ufficialmente di aver commissionato almeno 22 nuovi episodi, pronti per il 2005. Adult Swim mantenne uno spazio per trasmettere questi episodi, cominciando il primo maggio del 2005. Seth MacFarlane commentò la notizia dicendo: «Sono incredibilmente emozionato per il ritorno de I Griffin. Ora tutti quei ragazzini mezzi matti che mi inseguono perché vogliono rivedere lo show la finiranno di infastidirmi e si dedicheranno a cose più importanti... come salvare Coupling».

L'anteprima della quarta stagione de  I Griffin andò in onda di domenica, il primo maggio del 2005, alle 21:00 sul network FOX, e fece ironia sui precedenti guai della serie mostrando un flashback del 2002 in cui Peter fa un elenco di tutte le serie della FOX che avrebbero dovuto fallire (così come successe) prima che I Griffin potesse tornare. Un fattore importante che riguarda il successo che sta attualmente il programma è la fascia oraria serale della domenica, insieme ad altre serie animate della FOX. Repliche della quarta stagione cominciarono a essere trasmesse su Adult Swim dal 9 giugno 2005.

Un lungometraggio de I Griffin direct-to-video, intitolato La storia segreta di Stewie Griffin, composto da tre episodi della serie è uscito il 27 settembre 2005. Il film dura 88 minuti, e include commenti, scene tagliate e altri contenuti speciali. La trama del film riguarda Stewie, il quale scopre come sarà da grande. Inizialmente, il film sarebbe dovuto essere stato fatto prima degli episodi televisivi, ma è stato parzialmente accantonato quando mancarono le idee tra gli episodi. Il giorno dell'uscita del DVD, Variety annunciò che la 20th Century Fox aveva dato il via libera per la produzione di altri 22 episodi de I Griffin, che cominciarono a essere mandati in onda il 10 settembre 2006.

Un videogioco de I Griffin è stato prodotto per il marchio 2K Games, e sviluppato dalla High Voltage Software

È possibile giocare con i personaggi di Peter, Brian e Stewie. Il gioco è stato rilasciato il 25 ottobre 2006 per PlayStation Portable, Xbox e PlayStation 2. Il videogioco è stato valutato con una M, che sta per Mature, e ha raggiunto la posizione numero 15 nel Regno Unito.

La serie ha festeggiato il suo decimo anniversario il 31 gennaio 2009.

L'episodio dell'ottava stagione, "Brian & Stewie", è una puntata speciale per celebrare il 150° episodio.

Personaggi Modifica

Il programma ruota intorno alle avventure di Peter Griffin, un operaio incompetente, obeso e ottuso, sebbene di buone intenzioni. Peter è cattolico, americano ma di origine irlandese, con un marcato accento del Rhode Island / Eastern Massachusetts. Sua moglie Lois è una casalinga e insegnante di piano, con un accento del New England, poiché da nubile era una Pewterschmidt, una famiglia agiata. Peter e Lois hanno tre figli: la figlia adolescente Meg, che è spesso la vittima degli scherzi di Peter a causa della sua scarsa popolarità; il figlio adolescente Chris, il quale è sovrappeso, stupido e, per molti versi, la versione giovane di suo padre; e Stewie, un infante dalle diaboliche intenzioni e dall'ambiguo orientamento sessuale, che a dispetto della giovanissima età delle maniere adulte e una parlata fluida dall'accento, a detta di alcuni, della classe alta inglese. Vive con i Griffin Brian, il cane di famiglia, altamente antropomorfizzato, che cammina su due gambe, beve Martini, fuma sigarette e viene coinvolto in relazioni umane, ma che viene comunque considerato un animale domestico in svariate situazioni. È ateo, come viene spiegato in "Essere galancani non paga".

Doppiatori Originali Modifica

Di seguito sono presenti i nomi del cast principale, con i loro relativi personaggi più ricorrenti

Il cast principale fornisce la voce a molti personaggi oltre a quelli elencati prima, ossia celebrità e icone della cultura pop.

Tra i membri più ricorrenti del cast troviamo: Patrick Warburton per Joe Swanson; Adam West per Mayor Adam West; Jennifer Tilly per Bonnie Swanson; John G. Brennan per Mort Goldman; Adam Carolla per Morte, un ruolo ideato da Norm MacDonald; Christine Lakin per Joyce Kinney.

Lacey Chabert diede la voce a Meg Griffin durante la prima stagione (15 episodi); comunque, a causa di un disaccordo di carattere contrattuale, il suo contributo non è mai stato riconosciuto.

Doppiatori Italiani Modifica

  • Mino Caprio: Peter Griffin
  • Antonella Rinaldi: Lois Griffin
  • Maura Cenciarelli: Meg Griffin
  • Davide Lepore: Chris Griffin
  • Nanni Baldini: Stewie Griffin
  • Leslie La Penna: Brian Griffin
  • Enrico Di Troia: Glenn Quagmire
  • Edoardo Nordio: Joe Swanson
  • Luciano Marchitello: Cleveland Brown (Stagione 1-11)
  • Renato Cecchetto: Cleveland Brown (Stagione 12+)

Episodi Modifica

Per la prima metà della prima stagione, gli sceneggiatori cercarono di mettere le parole "assassinio" o "morte" nel titolo di ogni episodio per richiamare i titolo dei programmi radiofonici vecchio stile di carattere misterioso. Nel commento su DVD del primo episodio "Death Has a Shadow", il creatore della serie Seth MacFarlane afferma che gli sceneggiatori smisero con questa pratica quando si accorsero che stavano cominciando ad avere titoli fuorvianti. A partire da "A Hero Sits Next Door", gli episodi hanno titoli che descrivono il contenuto dell'episodio.

La svista dei DVD statunitensi Modifica

Mentre le stagioni 1 & 2 vennero messe negli USA nel Volume 1, i primi 7 episodi della seconda stagione vennero messi con la prima stagione nelle regioni 2 & 4 per creare un cofanetto della Stagione 1 e le prime tre stagioni vennero messe sul mercato individualmente. Quando la serie venne inaspettatamente rimandata in onda per la quarta stagione, gli addetti al marketing della FOX credevano che i clienti d'oltremare avrebbero esitato a comprare i nuovi cofanetti non etichettati come complete stagioni, così continuarono a etichettare ogni cofanetto come una "stagione", anche se avevano ben poco in comune con le stagioni trasmesse dalla FOX. Le regioni 2 & 4 del cofanetto della "Stagione 4" contengono solo la prima metà della stagione 4, mentre il cofanetto etichettato come "Stagione 5" contiene la seconda metà e ha continuato a ingannare i clienti da lì in poi. Per aumentare la confusione, la diffusione della stagione 5 è stata interrotta con parte degli episodi etichettati come Regione 1 Volume 5 / Regione 2 & 4 Stagione 6 mentre il resto venne aggiunto con gli episodi della Stagione 6 per fare il Volume 6 / Stagione 7.

Denunce ricevute Modifica

Carol Burnett Modifica

Nel marzo del 2007, la comica Carol Burnett sporse denuncia alla 20th Century Fox, sostenendo che era violazione del copyright la parodia del suo personaggio di donna delle pulizie senza il suo consenso. Oltre a questo, Burnett affermò che la FOX ha violato i suoi diritti di pubblicità. Chiese quindi 6 milioni di dollari di danni. Il 4 giugno 2007 il giudice distrettuale Dean Pregerson respinse la denuncia, affermando che la parodia era protetta dal Primo Emendamento, basandosi sul caso Hustler v. Falwell come precedente.

I Need a Jew Modifica

Il 3 ottobre 2007, la Bourne Co. Music Publishers sposrse denuncia contro la serie accusandola di violazione di copyright della canzone "When You Wish Upon a Star" con la canzone parodia intitolata "I Need a Jew", dell'episodio When You Wish Upon a Weinstein. Bourne Co., l'unica proprietaria dei diritti negli USA della canzone, definì la parodia una "leggermente velata" copia della loro canzone dal testo infarcito di antisemitismi. Furono chiamati in causa Twentieth Century Fox Film Corp., Fox Broadcasting Co., Cartoon Network, Seth MacFarlane, e il compositore Walter Murphy; la denuncia chiedeva un'interruzione della diffusione del programma, e una quantità non specificata di denaro quale risarcimento danni.

Dato che "I Need a Jew" usa una melodia protetta da copyright senza commentare la canzone stessa, Bourne contestò che la parodia potrebbe non essere protetta dal Primo Emendamento come invece era il caso Campbell v. Acuff-Rose Music, Inc..

Il 16 marzo 2009, il giudice distrettuale Deborah Batts sentenziò che I Griffin non infranse il copyright quando trasformò la canzone "When You Wish Upon a Star" per uso comico in un episodio.

Art Metrano Modifica

Nel dicembre del 2007, l'attore e comico Art Metrano sporse denuncia accusando la serie di aver infranto il copyright in una scena di La storia segreta di Stewie Griffin quando Gesù si esibì nella "magia" diventata la firma di Art Metrano, e che comprende assurde movenze delle mani aventi nulla di magico (come far "saltare" un dito da una mano all'altra), con in sottofondo il ritmo di "Fine and Dandy". La denuncia di Metrano sostiene che l'esibizione è protetta dalla legge sul copyright del 1976. Vennero chiamate in causa la 20th Century Fox, il creatore della serie Seth MacFarlane, e i collaboratori Steve Callaghan e Alex Borstein. Metrano si esibì con questo numero svariate volte in programmi come The Tonight Show, dove fece numerose apparizioni.

Il 17 luglio 2009, il giudice Judge Philip S. Gutierrez della corte distrettuale per il distretto della California concesse alla Twentieth Century Fox Film Corp. di archiviare il caso.[2]

Curiosità Modifica

  • Nel doppiaggio italiano nella sigla di apertura quando Stewie dice "Più out che in" ha lo stesso doppiatore di Chris.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale